giovedì 6 novembre 2008

Quella parte di Sicilia che si affaccia sulla Ionio

La sicilia è una perfetta combinazione di elementi culturali e naturali. In quest'isola un immenso patrimonio multiculturale si sposa straordinariamente con una natura grandiosa ed estremamente variegata. Un viaggio in Sicilia non rappresenta dunque soltanto l'occasione giusta per percorrere itinerari artistici e culturali, visitando splendide città e le svariate testimonianze del suo passato, ma anche per conoscere le meraviglie che qui la natura è riuscita a compiere.

Dalle coste all'entroterra, le esperienze che si possono vivere se si sceglie di trascorrere una vacanza sicilia sono sicuramente numerose. Una meta molto interessante è il tratto della costa ionica che si trova a metà strada tra Messina e Catania. Si tratta di un itinerario stimolante e ricco di attrattive. Se è il mare il motivo per cui si è scelto di fare una vacanza in questa terra, questa zona offre l'imbarazzo della scelta.

Gli ambienti naturali costieri che si incontrano sono molto diversi l’uno dall’altro andando da Messina verso Catania. Dalle spiagge con i sassolini del messinese, al mare cristallino dell'isola Bella, passando per gli strapiombi della Timpa di Acireale e giungendo fino agli scogli lavici di Aci Castello e Aci Trezza. La costa ionica è senza dubbio la meta principale del turismo in Sicilia, a tratti affollata e caotica.

Una località di estrema bellezza e di fama internazionale è certamente Taormina. È situata in posizione molto suggestiva su una terrazza del Monte Tauro a picco sul mare, guarda a nord la costa e a sud l'Etna. Panorami unici. Come quello che si può ammirare dal meraviglioso teatro greco. Taormina è una città medievale molto ben conservata con tante e intricate viuzze e scorci caratteristici. Nelle immediate vicinanze si trova Giardini- Naxos, località balneare che vanta una delle spiagge più belle della costa ma anche sito del primo insediamento greco in Sicilia. Entrambe sono mete esclusive ambite tra i giovani e meno giovani anche per la "movida".

Se invece è la cultura che si cerca, questa parte di Sicilia non deluderà le aspettative dei viaggiatori più curiosi, pronti a scoprire e lasciarsi affascinare dalle ricchezze, anche le più nascoste, del territorio. Sono numerosi i siti archeologici greci e romani, i castelli normanni, le chiese e le torri di origine araba. E ancora le fortificazioni costiere e le torri di avvistamento. La costa merita di essere abbandonata per visitare l'entroterra, autentico e incontaminato, dove ci si fa sorprendere da paesini medievali, chiese, castelli.

Sono tante le ricchezze naturali di questa zona. Da non perdere, le spettacolari gole del fiume Alcantara, che nasce dai monti Nebrodi e prosegue a valle in territorio etneo. Sono tutelate dal Parco fluviale dell'Alcantara. Da visitare anche il Parco regionale dell'Etna, forse l’area meglio conservata della Sicilia, e la riserva di Fiumefreddo.

Dal punto di vista delle infrastrutture e dei servizi si trova tutto ciò che è necessario per una vacanza confortevole. Le strutture ricettive sono numerose e adatte a tutte le esigenze sia di localizzazione che di spesa. Si va dagli hotel sicilia ai villaggi, le case vacanza fino ai bed & breakfast e ai campeggi. La zona offre anche una vasta varietà di ristoranti, luoghi di svago, negozi per lo shopping e tantissime occasioni per praticare sport di mare e di terra.

Nessun commento: